GRAVIDANZA

GRAVIDANZA

Dopo diversi tentativi di avere una gravidanza naturale, a seguito di numerosi esami che hanno fatto emergere una effettiva problematica che riguardava in particolare la mia persona, io e mio marito abbiamo intrapreso il percorso della fecondazione assistita.

Il percorso è stato faticoso e duro sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista psicologico. La stimolazione ovarica con le punture nella pancia sotto stretto controllo dei medici, l’estrazione degli ovuli, la fecondazione e l’impianto. Ma soprattutto l’attesa prima di sapere l’esito.
Per tre volte abbiamo affrontato questo iter e per tre volte l’esito è stato negativo. Probabilmente il nostro era un caso più sfortunato degli altri.
Avevamo deciso di rinunciare con grande tristezza.
Un giorno però, a due anni di distanza, in occasione di una visita ginecologica di routine, ci fu proposto di fare un tentativo di fecondazione eterologa: sarebbe stato fecondato l’ovocita di una donatrice al posto del mio e l’embrione sarebbe poi stato impiantato nel mio utero.
Non volevamo lasciare niente di intentato e ci siamo decisi a provarci.
In Italia, questo tipo di fecondazione era formalmente consentito, ma, in pratica, non era possibile realizzarla in tempi ragionevoli. Il tempo cominciava a stringere perché tra una cosa e l’altra stavo per compiere 42 anni.
Così siamo partiti per un bel viaggio in Spagna senza troppe illusioni perché ne avevamo già passate troppe.
Ed è proprio vero che le cose belle arrivano quando meno te le aspetti: il viaggio di ritorno lo abbiamo fatto in tre con la nostra piccolina nella pancia.
A coronare il tutto il fatto che gran parte delle spese sostenute ci sono poi state rimborsate in quanto siamo stati costretti ad andare all’estero presso una struttura privata per usufruire di prestazioni sanitarie che il nostro paese di origine non ha saputo garantirci benché fossero previste dalla normativa vigente.

Genea Onlus

Via Vincenzo Giardini 11
48022 Lugo (RA) Italia

posta

geneaonlus@gmail.com
geneaonlus@pec.it

tel

+39 327 460 3800

dona il 5 x 100 a Genea Onlus